{item_detailtitle}

Delinat

Vino dalla natura ricca

Vino dalla natura ricca

La famiglia Schefer

Nel 1980 Karl e Astrid Schefer hanno avuto una visione. I vigneti per lo più a spruzzo in Europa dovevano essere rianimati, la flora e la fauna dovevano essere ristabilite L'obiettivo era quello di creare vini di alta qualità in armonia con la natura.

Nel 1982 sette personalità carismatiche si sono incontrate a Speicher in Appenzello e hanno creato le prime linee guida Delinat, entrate in vigore nel 1983. Da allora, le linee guida sono state continuamente sviluppate e adattate alle più recenti scoperte ecologiche ed enologiche. Una carta per i vigneti ad alta biodiversità e le linee guida Delinat costituiscono la base di questo modo incomparabile di coltivare la vite. Nel frattempo, 3.500 ettari di vigneti in Europa sono stati certificati secondo le direttive Delinat. Su queste zone non cresce solo l'uva, ma anche fiori, erbe, erbe aromatiche, frutta e verdura, esse forniscono una casa agli uccelli, alle farfalle, agli insetti, ai rettili e a molte altre creature. Questa diversità garantisce vini di alta qualità a tutti i livelli.

Le linee guida sono strutturate secondo il principio delle 3 fasi. Anche la prima fase va ben oltre l'ordinanza svizzera sull'agricoltura biologica e incoraggia i viticoltori a raggiungere la seconda e infine la terza fase. Le linee guida aiutano i viticoltori a gestire i loro vigneti in modo neutrale dal punto di vista climatico e a garantire un elevato livello di biodiversità all'interno dei vigneti. Tuttavia, Delinat non attribuisce importanza solo alla biodiversità: i requisiti sono notevolmente più elevati anche per quanto riguarda la protezione delle specie, la diversità strutturale, la protezione delle piante, la vinificazione e l'utilizzo di energie rinnovabili. A causa di questi severi requisiti, Delinat è oggi - 40 anni dopo - considerato un pioniere del biologico per i vini di alta qualità provenienti da una natura intatta. I vini sono prodotti in Europa da oltre 100 viticoltori Delinat, secondo le esigenti linee guida.

Dal 1998, bio.inspecta, in qualità di organismo di controllo indipendente, controlla e certifica la conformità alle linee guida Delinat in loco presso i viticoltori e le cantine di 8 paesi. Il mandato di ispezione comprende quasi 100 aziende che vengono ispezionate in tutta Europa. Le cantine si trovano in Svizzera, Italia, Germania, Austria, Francia, Portogallo, Spagna e Grecia. La nostra collega Heike Renner lavora da anni come product manager, compilando il programma di controllo del modello Delinat a 3 fasi in cinque lingue. Insieme a Daniel Wyss (responsabile ambientale Delinat), forma i dipendenti degli organismi di ispezione partner dell'UE e gli ispettori di bio.inspecta in corsi di formazione annuali per garantire il rispetto degli elevati requisiti di ispezione Delinat. 

Per garantire la qualità dei controlli, essi seguono sempre lo stesso schema: dopo una breve riunione nell'edificio dell'azienda, viene effettuato un primo controllo dei documenti, che permette di avere una visione d'insieme dell'azienda. Per una verifica dettagliata delle informazioni, vengono controllati i vigneti e le cantine. Infine, le questioni aperte vengono chiarite in un ulteriore controllo documentale, il protocollo di ispezione viene compilato e firmato da entrambe le parti. Questa ispezione annuale Delinat si svolge in aggiunta all'ispezione biologica prevista dalla legge. Secondo il principio del doppio controllo, il dossier di controllo viene poi verificato di nuovo e certificato al completamento.

Un rapporto entusiasmante e informativo sull'aspetto di un'ispezione Delinat si trova nel Delinat WeinLese 58, che è stato svolto dal nostro ispettore, Philipp Seitz. 

Il marchio di qualità Delinat è già stato più volte premiato come la migliore e più credibile etichetta biologica. Potete trovare ulteriori informazioni qui.



© Foto: Delinat