{item_detailtitle}

Prospettive sui l’anno di controllo 2022

l’ultimo controllo bio appartiene da poco al passato e già occorre dedicarsi al prossimo. Sia l’Ordinanza sull’agricoltura biologica che le direttive Bio Suisse prescrivono un controllo principale annuale, quindi non passa un solo anno senza che vi sia un’ispezione dell’azienda. Le informazioni qui di seguito hanno lo scopo di aiutarla a prepararsi adeguatamente al controllo. 

Nel settore dinamico di un mercato crescente, anche le normative bio sono oggetto di adeguamenti continui. Questo significa che le aziende bio svizzere devono informarsi ogni anno delle modifiche e, ove necessario, adeguare la gestione aziendale. In tal senso, le clienti e i clienti di bio.inspecta AG possono contare sull’assistenza gratuita della hotline. Dal lunedì al venerdì, alla hotline rispondono persone esperte che, con profonde conoscenze delle norme, offrono un sostegno attivo ai gestori delle aziende.  


2022: un anno di grandi cambiamenti


Qui di seguito desideriamo richiamare l’attenzione su una serie di modifiche delle norme. Il presente elenco non è però esaustivo. La lista completa si trova allegata alla brochure «Novità in agricoltura biologica», da scaricare gratuitamente dal sito di FiBL, alla rubrica Shop.


Produzione di latte vaccino: adesione o iscrizione?

Tutte le aziende Gemma con allevamento di vacche da latte sono tenute ad aderire a un’organizzazione per il latte bio oppure a registrarsi presso Bio Suisse. Ciò vale anche per le aziende in conversione e per i produttori che riforniscono aziende lattiero-casearie e caseifici. La parte 1 (2.2.3) delle direttive Bio Suisse fornisce una serie d’informazioni utili alla sua azienda e sul tema in questione. 


Foraggiamento dei ruminanti: se c’è scritto Gemma svizzera, dentro deve esserci la Gemma svizzera.

  • Dal 1.1.2022, i ruminanti devono essere nutriti al 100 % con foraggio Gemma svizzero.
  • L’uso di foraggio concentrato è limitato al 5 %. L’unica eccezione a queste due nuove modifiche concerne l’impiego di sottoprodotti della molitura, che non prevede alcuna limitazione. 
  • Durante i primi 35 giorni di vita, gli agnelli e i caprini possono essere allevati con latte vaccino. L’acidificazione del latte con yogurt, kefir e colture di latte acido è permessa per l’allevamento dei ruminanti.  

Suini e allevamento di pollame

  • I suini da allevamento vanno nutriti con foraggio bio nella misura del 100 %. Gli scarti della lavorazione del latte costituiscono l’unica eccezione. Anche in futuro, la quantità ammessa non deve superare il 35 % dell’intero consumo di foraggio riferito alla sostanza secca.
  • L’area con clima esterno delle galline ovaiole e pollastrelle deve ora disporre di posatoi. Su 100 galline ovaiole o 200 pollastrelle devono essere messi a disposizione dei posatoi di 1,5 metro lineare. La metà dei posatoi può essere costituita dai bordi dei bagni di polvere, sempreché gli stessi siano larghi tre centimetri e arrotondati.  

Produzione vegetale

  • Per rispettare le prescrizioni, le aziende con meno del 20 % di superficie prativa nella superficie di avvicendamento possono ora computare le superfici sulle quali sono coltivati e incorporati diversi sovesci successivi. Ricordiamo che l’ordinanza sui pagamenti diretti riconosce la norma di Bio Suisse relativa alla protezione del suolo e all’avvicendamento quale prova per il rispetto delle esigenze ecologiche. Questa novità è quindi rilevante per i pagamenti diretti. 
  • Nella viticoltura la quantità massima annuale di tre chili di rame puro per ettaro di superficie aziendale coltivata a vite e bilanciata per un periodo di cinque anni non può più essere superata.  

Punti chiave del controllo 2022: argomenti da approfondire


In cooperazione con le due organizzazioni di controllo, Bio Suisse definisce ogni anno i punti chiave del controllo.

Punto chiave del controllo 1: concimi ottenuti dal riciclaggio in impianti di biogas

Dal 2021, il digestato liquido o solido come pure il compost, ottenuti da impianti di biogas, devono essere inseriti nell’elenco dei fattori di produzione. A seguito dei cambiamenti continui, l’elenco dei fattori di produzione in formato cartaceo non viene più spedito alle aziende. La versione online dei fattori di produzione è consultabile sul sito www.fibl.org. Nell’ambito del controllo principale di quest’anno, approfondiremo l’argomento concernente l’apporto di concimi ottenuti dal riciclaggio in impianti di biogas. Per evitare di farle perdere del tempo prezioso, le consigliamo di mettere a disposizione la documentazione necessaria. 


Punto chiave del controllo 2: pascolo di pollame da reddito

Il secondo punto chiave del controllo di quest’anno concerne i pascoli per il pollame. A tale scopo, ci concentriamo sulla conformità dei punti elencati di seguito. Tuttavia, l’elenco non è esaustivo.

  • Superficie minima del pascolo e rispettivo stato.  
  • Elementi strutturali: è stata raggiunta la necessaria superficie di base? La percentuale di elementi naturali è sufficiente? Le distanze stabilite tra le strutture destinate al pollame sono corrette? 

Le righe precedenti non hanno carattere tassativo, ma intendiamo semplicemente suggerire una lettura approfondita delle novità e miriamo a illustrare i punti chiave del controllo. Raccomandiamo vivamente a tutte le lettrici/tutti i lettori di studiare la brochure «Novità in agricoltura biologica». Le lunghe serate invernali rappresentano anche un’occasione per rivedere le direttive di Bio Suisse, Demeter nonché altre direttive e ordinanze. 

   

Ringraziandola le auguriamo tanto successo!


Noi di bio.inspecta AG a Frick desideriamo cogliere l’occasione per ringraziare cordialmente tutta la nostra clientela. Proviamo un profondo rispetto nei confronti del vostro impegno quotidiano svolto in azienda e ci rallegriamo dei futuri incontri appassionanti. Per qualsiasi domanda vi potete rivolgere alla nostra hotline gratuita, dove rispondono agricoltrici e agricoltori competenti e dotati di profonde conoscenze delle norme. Noi della hotline ci avvaliamo delle esperienze maturate durante i 9000 controlli annuali. Di conseguenza, allo scopo di adempiere tutti i requisiti in materia delle norme bio, potrete essere certi di essere ben preparati per il controllo previsto e di trovare il dovuto sostegno.

Vi auguriamo un 2022 soddisfacente accompagnato da tanta salute e fortuna.

Andreas Müller, bio.inspecta AG